Cani guida: Compagni fedeli e assistenti insostituibili

I cani guida rappresentano un aiuto essenziale per le persone affette da cecità o ipovisione. Questi animali, grazie a un addestramento specifico, sono in grado di supportare i loro padroni negli spostamenti quotidiani, aiutandoli a superare gli ostacoli e garantendo loro una maggiore autonomia. Dopo aver parlato di quanto è importante la socializzazione nei cani, in questo articolo, esploreremo l’importanza dei cani guida, il loro addestramento, le razze più adatte, e cosa accade quando vanno in pensione. Scopriremo anche come questi straordinari animali possono migliorare significativamente la qualità della vita delle persone non vedenti.

Che cos’è un cane guida?

Un cane guida è un cane appositamente addestrato per aiutare le persone non vedenti o ipovedenti a muoversi in modo sicuro e indipendente. Questi cani sono in grado di riconoscere e segnalare ostacoli, fermarsi davanti a pericoli e seguire percorsi sicuri sotto la guida del loro padrone.

L’addestramento di un cane guida inizia già dalla selezione del cucciolo. I potenziali cani guida vengono scelti tra cuccioli che non mostrano segni di aggressività e che provengono da allevamenti affidabili, garantendo così una buona salute e un temperamento adeguato. I test caratteriali e sanitari vengono effettuati quando i cuccioli sono ancora giovani.

Fasi dell’addestramento

  1. Socializzazione e addestramento iniziale: I cuccioli vengono affidati a famiglie volontarie, chiamate “puppy walker”, per il loro primo anno di vita. Durante questo periodo, i cani imparano a gestire diverse situazioni, come viaggi in treno e incontri con altri animali e persone.
  2. Addestramento professionale: Dopo il primo anno, i cani vengono affidati a un addestratore professionista per un periodo di circa sei mesi. Qui ricevono un addestramento intensivo che include il riconoscimento degli ostacoli, l’obbedienza ai comandi vocali e la capacità di guidare in sicurezza il loro padrone.
  3. Abbinamento con la persona non vedente: Una volta completato l’addestramento professionale, il cane viene introdotto alla persona non vedente con cui lavorerà. Questo periodo è cruciale per stabilire una connessione forte e assicurare che il cane e il suo nuovo padrone siano compatibili.

Le razze di cani guida

Le razze di cani guida più comuni includono il Labrador Retriever, il Golden Retriever e il Pastore Tedesco. Queste razze sono preferite per la loro intelligenza, obbedienza e temperamento equilibrato. Tuttavia, anche altre razze, come il Barbone Grande Mole e alcuni meticci, possono essere adatte, purché soddisfino i requisiti fisici e caratteriali necessari.

Cosa può fare un cane guida?

Un cane guida può fare molto di più che semplicemente accompagnare il suo padrone. Questi cani sono addestrati per:

  • Riconoscere e segnalare ostacoli come gradini, pozzanghere e cartelli stradali.
  • Fermarsi davanti a potenziali pericoli, come scale o porte.
  • Guidare evitando ostacoli sia a terra che a mezza altezza.
  • Seguire comandi specifici come “cerca il semaforo”, “vai a casa” o “vai al negozio”.

I cani guida sono anche capaci di una “disobbedienza intelligente”, ovvero rifiutano di seguire un comando se ciò mette in pericolo il loro padrone.

Cosa succede quando un cane guida va in pensione?

Quando un cane guida raggiunge un’età avanzata o non è più in grado di svolgere il suo compito per motivi di salute, viene “pensionato”. Solitamente, il cane può rimanere con il suo padrone non vedente se le circostanze lo permettono. In caso contrario, viene affidato a familiari, amici o alla famiglia che lo ha allevato nei suoi primi mesi di vita. In alcuni casi, se nessuna di queste opzioni è praticabile, viene cercata una nuova famiglia adottiva.

Conclusione

I cani guida sono molto più di semplici animali domestici. Essi rappresentano un aiuto fondamentale per le persone non vedenti, migliorando significativamente la loro qualità della vita e permettendo loro di vivere in modo più indipendente e sicuro. Grazie al loro addestramento e al loro straordinario legame con i loro padroni, questi cani diventano compagni fedeli e insostituibili, dimostrando ogni giorno quanto sia forte il legame tra uomo e animale.

Noi sappiamo bene quanto sia importante il rapporto tra l’uomo e il nostro cane, per questo accogliamo i nostri ospiti in agriturismo e tutti i loro amici a 4 zampe e offriamo un servizio di divertimento e relax per entrambi! 

SCOPRI IL NOSTRO AGRITURISMO

Agriturismo Ca' Bianca Borgo Val di Taro

L'Agriturismo CA'BIANCA si trova in Provincia di Parma, nella splendida Val di Taro immersa nell'Appennino Tosco-Emiliano, vicino alle Cinque Terre in Liguria, alla Lunigiana e alla Garfagnana in Toscana. Il nostro è un Agriturismo con Piscina che assicura una gustosa cucina Tipica Parmense e la degustazione dei Funghi Porcini I.G.P. di Borgotaro durante la stagione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *