Zecche: come proteggere il cane

Tra i parassiti più diffusi in Italia troviamo le zecche, una delle principali minacce per la salute del nostro cane. Le zecche possono diventare dei pericolosi vettori per diverse patologie, per questo è fondamentale proteggere al meglio il nostro animale domestico. Non è raro che chi ha un cane si ritrovi con una zecca in casa, per questo non bisogna dimenticare che può rivelarsi un problema anche per gli esseri umani.

Come possiamo proteggere sia il nostro animale domestico che la nostra famiglia? Ecco alcuni consigli da tenere a mente.

Prevenzione e controllo

Il primo passo da fare è una buona prevenzione. Quando portiamo a spasso il cane dobbiamo evitare i luoghi dove possono nascondersi le zecche, pronte ad attaccare il nostro amico a quattro zampe. I parchi non curati, dove l’erba cresce alta e priva di controllo, presentano un alto rischio. Lo stesso vale per le aree di boscaglia, prive di qualsiasi intervento dell’uomo.

Per lo stesso motivo suggeriamo di tenere il proprio giardino ben curato. In molti casi il cane passa buona parte della sua giornata proprio in giardino, ed è importante che non diventi un terreno fertile per i parassiti.

Per una prevenzione davvero efficace si devono utilizzare degli antiparassitari, prodotti molto affidabili, realizzati appositamente per i cani. Gli antiparassitari non provocano alcun problema nel cane, ma generano un’elevata protezione, che tiene lontani numerosi parassiti, non solo le zecche. Ne esistono di vario genere.

Per una maggiore sicurezza consigliamo di controllare periodicamente se il cane ha le zecche. Sono molto facili da riconoscere, perché quando si nutrono di sangue possono raggiungere una dimensione di diversi millimetri, e si gonfiano e ispessiscono. Nei cani a pelo lungo suggeriamo di accarezzare a fondo, fino all’altezza della pelle, con lo scopo di percepire eventuali irregolarità, che potrebbero essere proprio delle zecche.

Cosa fare se troviamo una zecca in casa

Se si trova una zecca in casa la prima cosa da fare è indossare dei guanti, così da proteggerci da eventuali infezioni, e inserirla in qualche contenitore. Potrebbe essere utile conservarla in una soluzione alcolica per qualche settimana, per mostrarla al medico o al veterinario nel caso in cui abbia morso il cane o gli altri componenti della nostra famiglia.

La zecca non va in nessun modo schiacciata, soprattutto se la stiamo maneggiando senza guanti. Potrebbe uscire del sangue e contagiarci con qualche patologia.

Il rischio è che siano presenti altre zecche nella nostra abitazione. Per questo motivo va immediatamente effettuato un controllo sia sul cane sia sulle altre persone. In più va sanificata la propria abitazione, facendo attenzione a tutti gli oggetti con cui il cane è entrato in contatto. Il divano, la cuccia o le coperte devono essere pulite nel migliore dei modi, per eliminare non solo le zecche ma anche le loro eventuali uova.

Contattare il veterinario

Anche eliminando fisicamente le zecche i pericoli potrebbero non essere terminati. Durante il loro morso possono aver infettato il cane con virus e infezioni. Consigliamo di fare molta attenzione nelle settimane successive, senza sottovalutare ogni comportamento fuori dalla norma. I sintomi possono essere numerosi, dalla carenza di appetito a una stanchezza anomala. In questi casi consultare il veterinario è d’obbligo, il quale potrà prescrivere eventuali analisi più specifiche.

Agriturismo Ca' Bianca Borgo Val di Taro

L'Agriturismo CA'BIANCA si trova in Provincia di Parma, nella splendida Val di Taro immersa nell'Appennino Tosco-Emiliano, vicino alle Cinque Terre in Liguria, alla Lunigiana e alla Garfagnana in Toscana. Il nostro è un Agriturismo con Piscina che assicura una gustosa cucina Tipica Parmense e la degustazione dei Funghi Porcini I.G.P. di Borgotaro durante la stagione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *